L’obiettivo generale del progetto ENSAMBLE è quello di promuovere lo sviluppo della “Blue economy” nel Mediterraneo attraverso una più stretta collaborazione tra attori marittimi pubblici e privati, ​​coordinati dal FLAG “Costa degli Etruschi” per la Regione Toscana (IT) – che include nella sua partnership associazioni professionali di pesca, piccole e medie imprese di pesca e acquacoltura, Comuni e sindacati della pesca – insieme a una cooperativa innovativa con sede nel Mediterraneo (Petra Patrimonia Corsica), un’associazione ambientale italiana (Legambiente Toscana) e un’associazione ambientale tunisina (WWF Nord Africa ), nonché con il sostegno del Ministero dei trasporti tunisino.

Il progetto mira a creare una rete tra comunità locali di pescatori in Tunisia, Francia e Italia attraverso una metodologia partecipativa, al fine di facilitare l’elaborazione, da parte di alcune comunità locali di pescatori del Nord Africa, di una strategia basata sul CLLD, e lo scambio di buone pratiche con Italia e Francia, paesi in cui l’approccio CLLD è già stato sviluppato.

La strategia locale CLLD nella comunità nordafricana sarà principalmente rivolta a promuovere l’innovazione, l’imprenditorialità e la diversificazione del lavoro con l’obiettivo di aumentare lo sviluppo sostenibile delle imprese locali di pesca e acquacoltura con particolare attenzione al ruolo delle donne e dei giovani.

Gli obiettivi specifici del progetto sono quindi i seguenti:

1) Istituire un processo partecipativo di attori pubblici e privati ​​al fine di elaborare una strategia di sviluppo locale che tenga conto delle esigenze delle comunità locali.

2) Facilitare l’empowerment delle comunità locali per lo sviluppo sostenibile delle aree costiere coinvolte nel progetto, attraverso uno scambio di esperienze e buone pratiche con il FLAG “Costa degli Etruschi” in Italia e il FLAG francese in Corsica, e tramite attività di formazione rivolte in particolare ai pescatori, ai giovani e alle donne.

3) Trasferire conoscenze e competenze attraverso attività di gemellaggio tra le aree costiere del Nord e del WestMed, incluso lo scambio di esperienze per la diversificazione delle attività economiche legate alla pesca come elemento per lo sviluppo sostenibile dell’area.

4) Promuovere il turismo sostenibile attraverso la valorizzazione del territorio locale, le risorse ambientali e culturali e le tradizioni legate al mare e alla pesca con il coinvolgimento delle comunità locali, dei giovani e delle donne e la creazione di progetti pilota

Il progetto co-finanziato dal fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP)

This post is also available in: enEnglish frFrançais